Lab-IP

La strategia canadese per la trasparenza negli appalti pubblici: il modello MERX di “Open government” e “Open data”

di Roberta Talone 15/03/2017 “Open Government” ed “Open Data” L’espressione “Open Government” fa riferimento al comportamento aperto e trasparente delle Pubbliche Amministrazioni nell’esercizio dei loro poteri. L’Open Government è fortemente correlato all’e-Government, processo iniziato alla fine degli anni 90 ed ancora in corso in molte nazioni, che richiede che la

La svolta strategica nel patto per la sanità digitale

di Elisa Rosso 15/03/2017 “La riorganizzazione della rete assistenziale del Servizio Sanitario Pubblico è oggi una priorità non soltanto per le Regioni che sono coinvolte in un piano di rientro finanziario, ma più in generale per tutte le amministrazioni che devono conciliare la crescente domanda di salute con i vincoli

Spending review: alcune considerazioni

di Adriano Zammar 13/10/16 Il termine spending review viene spesso utilizzato in maniera fuorviante e inappropriata, contribuendo ad alimentare la confusione già esistente in merito a questo istituto. Sembra quasi che tutto ciò che produce risparmi debba essere considerato spending review. Eppure, nonostante l’assenza di chiarezza in materia, la diffusione

Social media e pubbliche amministrazioni: i social media team negli uffici pubblici

di Giorgio Mocavini 11/07/16 Negli ultimi anni si è assistito a un aumento costante dell’uso dei social media da parte delle pubbliche amministrazioni statali e locali. Ministeri, Regioni, enti locali, università, enti di ricerca e altri enti pubblici si sono progressivamente dotati di account ufficiali Facebook e Twitter, tramite i

Lo sviluppo delle infrastrutture energetiche europee: il position paper dell’Acer

di Vittoria Guglielmi 28/06/16 L’Agenzia per la cooperazione dei regolatori energetici europei (Acer) è intervenuta con il position paper  di seguito allegato, evidenziando la necessità di definire un quadro più coerente ed efficiente per lo sviluppo delle infrastrutture energetiche europee. A tal proposito, l’ACER propone quattro azioni principali: approfondire maggiormente le necessità

VII Conferenza di diritto dell’energia

Si è svolta il 4 e 5 maggio la VII edizione della Conferenza di diritto dell’energia, promossa dai professori Napolitano e Zoppini dell’Università di Roma Tre, in collaborazione con il Gestore dei Servizi Energetici e di Utilitalia e con il patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico. Il dibattito di questo

Dal “too big to fail” al “too big to regulate”? La prevenzione delle crisi bancarie a confronto

  di Benedetta Barmann 22/04/16   Negli Stati Uniti la regolazione delle grandi banche appare sempre più come una disperata “corsa contro il tempo”. Lo segnala il New York Times in un articolo dal titolo “Banks still too big to regulate” pubblicato lo scorso 14 aprile. Il procedimento di controllo

I rapporti del CEER: le barriere all’ingresso per i nuovi fornitori di energia elettrica e gas e lo stato dell’unbundling dei Tso e Dso

di Vittoria Guglielmi 08/04/16 Il Consiglio dei regolatori energetici europei (CEER) , associazione indipendente delle Autorità nazionali di regolazione energetica, ha pubblicato il 1° aprile 2016 il rapporto “Removing barriers to entry for energy suppliers in EU retail energy markets” nel quale vengono illustrati gli esiti di una indagine che

La grande riforma dell’amministrazione in Francia

di Adriano Zammar 12/03/16 La crisi economica ha profondamente minato la fiducia della Francia in se stessa e ne ha ridimensionato il ruolo centrale, da un punto di vista politico ed economico, sul palcoscenico europeo ed internazionale. Spesa pubblica eccessiva, aumento della disoccupazione, mancanza di crescita e di competitività, deindustrializzazione

Doppio dislivello – Atto secondo: i seguiti delle vicende Volkswagen e Facebook

    Il caso delle emissioni della casa automobilistica tedesca e quello sulla privacy relativo al ricorso Schrems, già trattato in modo parallelo su Lab-IP (v. qui), fanno registrare evoluzioni non chiare.   * * * * * Nel caso delle emissioni, secondo quanto riporta “The Economist”, sarebbe a rischio