Lab-IP

L’obbligo di pubblicazione online dei contributi pubblici : un “passo in avanti” per la trasparenza nel terzo settore ?

CHIARA MAURO 19/03/2019 Il 28 febbraio 2019 è scaduto il primo termine imposto a diversi enti del Terzo Settore (ETS) per pubblicizzare sovvenzioni, contributi, incarichi retribuiti e altri vantaggi economici di valore pari o superiore a diecimila euro, ricevuti in occasione di rapporti di collaborazione con Pubbliche Amministrazioni ed altri

Le misure amministrative nella lotta al terrorismo

LAURA TROTTA 22/03/2019 Le istanze securitarie conseguenti alla minaccia terroristica, dilagante a livello globale, hanno inevitabilmente portato all’aumento dell’adozione,tra le altre, di misure di prevenzione personali e patrimoniali aventi natura amministrativa. Questo perché l’idea di combattere tale fenomeno facendo ricorso a strumenti diversi da quelli predisposti dal diritto penale è

Le recenti novità normative in materia di edilizia penitenziaria

MATTEO PULCINI 20/03/2019 Le carenze strutturali dell’amministrazione penitenziaria periferica non sono di certo una novità nel panorama carcerario italiano. Negli anni la problematica è emersa più volte, a cadenze praticamente cicliche. Dovuta al sovraffollamento, che si ripropone costantemente come questione irrisolta nonostante le molteplici iniziative prese, od a disservizi di

I criteri di selezione dei professionisti esperti ex art. 80 co. 4 e la loro posizione rispetto all’amministrazione penitenziaria

MATTEO PULCINI     21/02/2019       La disciplina relativa alla selezione dei professionisti esperti ex art. 80, co. 4 L’ordinamento penitenziario, all’art. 80, co. 4, prevede la collaborazione, per lo svolgimento dell’attività di osservazione e trattamento, di professionisti esperti in psicologia, servizio sociale, pedagogia, psichiatria, criminologia clinica, mediazione

Il fair and equitable treatment: uno standard da rivedere

COSTANZA TRAPPOLINI   20/02/2019   Negli ultimi anni la Repubblica italiana è stata convenuta in numerosi arbitrati internazionali promossi da imprese che hanno investito risorse nel settore delle energie rinnovabili facendo affidamento sulle tariffe incentivanti di durata ventennale riconosciute dal Gestore dei Servizi Energetici (GSE). Le vertenze traggono origine dalle

La disciplina sui rimborsi alle organizzazioni di volontariato: un caso di applicazione distorta nella gestione del trasporto sanitario di emergenza

CHIARA MAURO   19/02/2019   In linea con i principi espressi dalla Corte di Giustizia dell’Unione Europea e dal Consiglio di Stato, il d. lgs. 117/2017 (Codice del Terzo Settore) ha introdotto la possibilità di affidare alle organizzazioni di volontariato, in via prioritaria e tramite convenzione, il servizio di trasporto

La fine dell’esperienza quasi decennale del sistema di controllo e tracciabilità dei rifiuti (SISTRI): verso un SISTRI 2.0

MARIO PIZZUTI   20/02/2019   La disciplina inerente la gestione dei rifiuti ha una natura  complessa  per il fatto che, per la corretta gestione degli stessi, è necessario attuare un raccordo tra poteri ed interessi facenti capo sia al pubblico che al privato, poiché i servizi di pubblica utilità rappresentano l’anello

Prevenzione dei rischi e gestione dell’emergenza nel panorama europeo

EMMA MUSCO   16/02/2019   L’Unione Europea presta assistenza ai paesi e alle popolazioni, sia in Europa che all’estero, in caso di catastrofi gravi o di emergenze umanitarie, concordemente ai comuni valori fondamentali di neutralità, imparzialità, indipendenza e umanità.  La struttura responsabile è la Direzione Generale per gli Aiuti umanitari

Il sovraffollamento penitenziario, un male da curare

MATTEO PULCINI     10/01/2019     Il sovraffollamento a cinque anni dalla sentenza Torreggiani Gli ultimi dati rilasciati dal Ministero della giustizia riguardanti le presenze di detenuti nelle strutture penitenziarie per adulti, relativi al 31 dicembre 2018, segnano un preoccupante ritorno dell’emergenza del sovraffollamento carcerario. A fronte di una

Il pagamento del prezzo secondo le “scadenze d’uso” dell’art 1562 del Codice Civile nei contratti aventi ad oggetto la fornitura di servizi di comunicazione elettronica. Il caso fatturazione a 28 giorni.

Consuelo Napolitano      10/01/2019      “Le periodicità adoperate dagli operatori telefonici si fondano su un intervallo temporale che non ha alcun aggancio con la prassi dei commerci né con la vita quotidiana, se non quello del moto di rotazione del satellite della Luna che dura quasi 28 giorni